CRONACA – TROFEO JUNIOR TIM CUP – Or. COLOGNO vs ORATORIO URGNANO : 5 – 2

La seconda gara del TROFEO JUNIOR CUP 2014, si è giocata fuori dalle mura Urgnanesi e precisamente in casa dei cugini di Cologno al Serio.
Dopo la schiacciante vittoria dei piccoli grandi atleti urgnanesi contro i giganti del Brusaporto, oggi purtroppo la formazione di Urgnano si è dovuta arrendere, se pur solo a fine gara, alla forza fisica e tecnica dei colognesi, anch’essi due anni più grandi dei nostri.
Il primo tempo è stato giocato ottimamente da entrambi le formazioni, con buone trame di gioco e ottime ripartenze.
Tra le fila urgnanesi, emerge Zanardi Riccardo sempre grintoso e onnipresente, tutte le palle giocabili arriva e partono dal suo piede, unitamente all’ottimo Brignoli che da grande incontrista ha fermato molte volte l’avanzata colognese.
Nei primi 15 minuti, la partita resta in bilico, diverse sono le puntate dei colognesi verso la porta urgnanese difesa da Gabbiadini, ma l’ultimo difensore ha sempre bloccato senza alcun problema .
A circa metà del primo tempo, girandola di sostituzioni, per entrambi le formazioni, Dambra sostituisce Zraiat e Rossoni rileva Zanotti.
Buone le ripartenze dei Bianco-Celesti di Urgnano che fino alla fine del primo tempo hanno dato filo da torcere ai difensori padroni di casa.
La condizione meteorologica avversa con una fitta pioggia apre il secondo tempo, i ragazzi di Urgnano entrano in campo alcuni minuti prima degli avversari, sembrano carichi e soddisfatti per un buon primo tempo, ma il match resta difficile e ricco di insidie.
Quarto minuto, buona incursione di Zanardi che si smarca e invita, con una preziosa apertura, Zraiat appena rientrato, lo stesso di prima intenzione scocca un’imprendibile diagonale che si insacca alla destra del portiere colognose. 0 a 1.
Buona anche la prova dell’asse di difesa Dapi-Chiappini, sempre molto attenti e generosi.
A metà del secondo tempo, arriva il pareggio dei padroni di casa, con un tiro da fuori. 1 a 1.
Pochi minuti più tardi, leggero svarione difensivo, la palla arriva tra i piedi dell’attaccante colognese che porta a due le reti.
Tutto da rifare per gli Urgnanesi, che ora soffrono le ripartenze e forse anche la forza fisica prorompente degli avversari, più grandi loro.
Ancora delle sostituzioni per gli urgnanesi, entra Gabbiadini M. per Rossoni, per far rifiatare la punta.
La colognese, al 11’ al 15’ e al 17’ minuto, realizza ancora tre reti dalla distanza e ora il punteggio è di 5 a 1 sull’Urgnano, che alcuni minuti prima aveva sfiorato il secondo sigillo con Brignoli su calcio di punizione, uscito fuori di poco.
Negli ultimi minuti, esce Dapi e Chiappini per Loshi e Testa e si rivede Dambra che sostituisce Brignoli mentre Rossoni fa riposare l’esausto Zanardi.
A fine gara, una punizione dalla trequarti, risolleva il morale ai ragazzi, il buon Testa sfodera un bolide che trafigge le mani del portiere del Cologno, chiudendo la gara sul 5 a 2 per i padroni di casa.
Forse i cinque goal subiti sono troppi, rispetto a quel che in realtà si è visto in campo.
L’oratorio Urgnano è sempre stato in partita fino alla fine, i ragazzini hanno saputo tenere testa ad una grande formazione abituata a giocare a 7 sul proprio terreno di gioco in sintetico, sicuramente la sovrastante struttura fisica degli avversari ha giocato un ruolo determinante per il risultato finale, ma i ragazzi escono a testa alta, e possono sicuramente ritenersi soddisfatti del lavoro svolto in questo importante match.
Ancora otto giorni di attesa per sapere quali squadre riusciranno a qualificarsi per le fasi finali, ricordando che l’Urgnano conduce, a pari punti con il Cologno, la classifica e solo la sfida decisiva di Domenica 26 Gennaio tra Brusaporto e Cologno, darà il responso finale,

Per il momento ci godiamo le due ottime partite giocate a viso aperto dai nostri piccoli grandi campioni.

Ecco i voti:

Gabbiandini P. 6,5 : Ottimo primo tempo e nessuna distrazione, diverso il secondo tempo dove per ovvi motivi gli avversari hanno avuto la meglio su di lui, ma resta un grande punto di riferimento per tutti i compagni. RATTRISTITO.
Testa 7 : Entra a 8 minuti dalla fine, ma il suo ingresso ha rivitalizzato i compagni, difendendo con ordine. Grande soddisfazione alla fine con un gran bel goal su punizione. RINATO
ZanardiI 7,5 : Uno dei migliori in campo, per determinazione e mole di gioco, non molla mai ed è lui a dare il via alle realizzazioni a rete con un magistrale assist. IMPRENDIBILE
Chiappini 7 : Gran primo tempo del difensore destro, attento e bravo nel far ripartire i compagni, più difficile per lui il secondo tempo, quando la stanchezza prevale. SICURO
Dapi 6,5 : Sicuro e tenace per 30 minuti ma dopo la rovinosa caduta con brutta botta al costato, non è più lo stesso, resta caparbiamente sul terreno di gioco ma il dolore si fa sentire. STREMATO
Brignoli 7,5 : Instancabile incontrista, lotta su tutti i palloni senza paura e da sicurezza al reparto, esce esausto dal terreno di gioco. GLADIATORE
Dambra 7: Entra a freddo per sostituire Zraiat, in una partita difficile, ci mette l’impegno dovuto, con buone interdizioni e ripartenze, due conclusioni a reti, ma di facile lettura da parte del portiere avversario. GENEROSO
Zraiat 7,5: Poco brillante nei primi quindici minuti, forse ancora un po’ dolorante per la brutta botta ricevuta nella precedente gara, ma nel secondo tempo è tutta un’altra storia, ritorna il motorino di sempre. Realizza un gran bel goal, cercando il secondo in tutti i modi ma il portiere gli nega il sogno. VESPA
Rossoni 7: Difficile anche per lui questa gara, ma l’impegno è quello di sempre. Trova un difensore altro e robusto come avversario personale, ma molte volte riesce a districarsi dalla ragnatela colognese e a servire i compagni. IMPEGNATO
Gabbiadini M. 6,5 : Entra all’inizio del secondo tempo, rivestendo il ruolo di attaccante, sovrastato dagli enormi avversari, non si da per vinto, lottando e cercando di conquistare la sfera, al fine di realizzare il goal sperato. Si affievolisce dopo 15 minuti, dopo aver corso e lottato a perdifiato. MATURATO
Loshi 6: Solo pochi minuti per lui, ma bastano per meritarsi la piena sufficienza, per l’impegno e la disponibilità che offre ai compagni di squadra, quando viene chiamato in causa. DISPONIBILE

Il risultato potrebbe far pensare ad una vittoria netta del Cologno, invece non è stato così, gli urgnanesi hanno lottato senza risparmiarsi tenendo testa ad una squadra tosta e concreta, peccato per quei sei minuti di stanchezza ed annebbiamento agonistico, che ha permesso agli avversari di avere la meglio.
ABBIAMO PERSO LA PARTITA, MA ABBIAMO DIMOSTRATO DI ESSERE DEI GRANDI GIOCATORI E SOPRATTUTTO UNA GRANDE SQUADRA.

I commenti sono chiusi.