Don Bosco e il legame con Urgnano

DON BOSCO: UN MIRACOLO A UN’URGNANESE,

LA SIG.RA CATERINA LANFRANCHI, IN PILENGA.

Tutti sanno che per essere riconosciuti santi, la Chiesa guarda che la persona compia dei miracoli dopo la sua morte. Don Bosco diviene Santo perché concede due guarigioni e la seconda proprio ad una donna nata ad Urgnano.

Questa donna si chiamava Caterina Lanfranchi, moglie di Alessandro Pilenga. La signora Caterina era da tempo malata di una grave forma di artrite, una malattia che la rendeva impossibile muoversi senza essere aiutata.

Racconta la figlia Lina:

“Mia mamma è sempre stata devota a don Giovanni Bosco in quanto i suoi parenti erano torinesi e alcuni l’avevano conosciuto direttamente”.

Mamma Caterina con la figlia e altri della famiglia decisero di compiere un pellegrinaggio al santuario di Lourdes (in Francia) per chiedere a Maria Santissima la grazia della guarigione. Purtroppo il miracolo a Lourdes non avvenne e Caterina disse così, allontanandosi dal Santuario: «Poiché qui a Lourdes non ho ottenuto la guarigione, concedetemi almeno per la devozione che nutro verso il Beato Giovanni Bosco che egli me la possa ottenere in Torino».

Caterina era convinta di ottenere il dono dal tanto amato don Bosco. Rientrando si fece portare a Torino. Era il 6 maggio 1931 (tre anni dopo don Bosco sarebbe diventato santo). Giunta davanti all’urna del Beato Giovanni Bosco, nella Basilica di S. Maria Ausiliatrice, Caterina si fermò a pregare da sola.

Senza poter capire come, mentre pregava don Bosco, Caterina si accorse che le forze stavano ritornando e si mise in piedi mentre continuava a pregare. Subito la voce si sparse fra i presenti; la figlia Lina con il prevosto di Urgnano don Bonaita accorsero dalla signora Caterina.

Caterina volle salire al terzo piano dove si trovava la cameretta di don Bosco, si inginocchiò e pregò a lungo per ringraziarlo della guarigione.

Il miracolo avvenne e Caterina fu chiamata a deporre la sua guarigione. La commissione medica certificò la verità dell’accaduto e questo miracolo fu il secondo grazie al quale il beato Giovanni Bosco divenne Santo.

Tutti sanno che per essere riconosciuti santi, la Chiesa guarda che la persona compia dei miracoli dopo la sua morte. Don Bosco diviene Santo perché concede due guarigioni e la seconda proprio ad una donna nata ad Urgnano.

Questa donna si chiamava Caterina Lanfranchi, moglie di Alessandro Pilenga. La signora Caterina era da tempo malata di una grave forma di artrite, una malattia che la rendeva impossibile muoversi senza essere aiutata.

Racconta la figlia Lina:

“Mia mamma è sempre stata devota a don Giovanni Bosco in quanto i suoi parenti erano torinesi e alcuni l’avevano conosciuto direttamente”.

Mamma Caterina con la figlia e altri della famiglia decisero di compiere un pellegrinaggio al santuario di Lourdes (in Francia) per chiedere a Maria Santissima la grazia della guarigione. Purtroppo il miracolo a Lourdes non avvenne e Caterina disse così, allontanandosi dal Santuario: «Poiché qui a Lourdes non ho ottenuto la guarigione, concedetemi almeno per la devozione che nutro verso il Beato Giovanni Bosco che egli me la possa ottenere in Torino».

 

Caterina era convinta di ottenere il dono dal tanto amato don Bosco. Rientrando si fece portare a Torino. Era il 6 maggio 1931 (tre anni dopo don Bosco sarebbe diventato santo). Giunta davanti all’urna del Beato Giovanni Bosco, nella Basilica di S. Maria Ausiliatrice, Caterina si fermò a pregare da sola.

Senza poter capire come, mentre pregava don Bosco, Caterina si accorse che le forze stavano ritornando e si mise in piedi mentre continuava a pregare. Subito la voce si sparse fra i presenti; la figlia Lina con il prevosto di Urgnano don Bonaita accorsero dalla signora Caterina.

Caterina volle salire al terzo piano dove si trovava la cameretta di don Bosco, si inginocchiò e pregò a lungo per ringraziarlo della guarigione.

Il miracolo avvenne e Caterina fu chiamata a deporre la sua guarigione. La commissione medica certificò la verità dell’accaduto e questo miracolo fu il secondo grazie al quale il beato Giovanni Bosco divenne Santo.

Scarica la storia del miracolo che don Bosco ha fatto a Caterina Lanfranchi in Pilenga.

I commenti sono chiusi.