SETTIMANA SANTA 2020

Giovedì Santo: SANTA MESSA IN COENA DOMINI

Il Giovedì Santo, rivive il memoriale di Gesù che spezza il pane e versa il vino (Istituzione dell’Eucaristia) durante la cena Pasquale ebraica e lava i piedi ai suoi discepoli.
Alle 20:30 durante la celebrazione, accendete la candela accanto al crocifisso e preparate un catino con acqua e un asciugamano. Terminata l’omelia, durante il canto “Dov’è carità e amore”, potete compiere in famiglia, il gesto della lavanda dei piedi. Il papà e la mamma possono lavare i piedi ai bambini/ragazzi, e i bambini/ragazzi li possono lavare ai genitori. Al termine della Celebrazione, prolunghiamo con un momento di adorazione, la veglia nella notte santa. Gesù va nel Getsemani per essere tentato dal male e poi arrestato dai soldati.

Venerdì Santo

Il Venerdì Santo, rivive il mistero dell’amore di Gesù che viene crocifisso e muore in croce.
Alle 15:00 durante la celebrazione, accendete la candela accanto al crocifisso e potete mettere al posto del ramo di ulivo, un piccolo nastro di stoffa di colore rosso attorno al crocifisso. Terminata la lettura del Vangelo (dove potete partecipare come famiglia, leggendo tutti insieme la parte della folla), viene portata solennemente la Croce di Gesù, al canto dell’antifona “Ecco il legno della croce, alla quale fu appeso Cristo, Salvatore del mondo”, e viene mostrata a tutti. Il celebrante poi bacia la croce di Gesù. Anche noi in famiglia, ci alziamo e facendo un inchino alla croce, gli diamo un bacio che manifesta il nostro amore per Lui e per tutto quello che ha fatto per noi.
Alla 21:00 possiamo seguire su Rai 1 la Via Crucis del Papa.

Sabato Santo: PASQUA DI RISURREZIONE

Questo è un giorno particolare, dove regnano il silenzio e l’assenza di celebrazioni. Abbiamo vissuto tutta la quaresima come un lungo Sabato Santo di silenzio e senza riti. Allora questo giorno lo si potrebbe consacrare al silenzio.
Alle 20:30 durante la celebrazione della Veglia Pasquale togliete il nastro rosso dal crocifisso e preparate un piccolo fiore che trovate nel vostro giardino, una candela nuova (possibilmente bianca) e le uova di Pasqua che mangeremo il giorno seguente. Accendete la candela nuova al canto del Gloria, quando suoneranno le campane, che annunciano la Risurrezione di Gesù. Al canto dell’Alleluia ponete il fiore raccolto, sulla croce o accanto alla Croce, ad indicare che dal legno della croce, è fiorita la vittoria della Vita sulla morte.  Dopo il rinnovo delle promesse battesimali, il sacerdote benedirà le uova pasquali simbolo della Vita e della Risurrezione.

I commenti sono chiusi.